Ultimi articoli
La Repubblica dei bicchierini di carta
Attualità

La Repubblica dei bicchierini di carta

Sono una giovane neolaureata in giurisprudenza di 24 anni, e ho deciso, per evitare di vivere di stenti e di non ricevere nessuna gratificazione (e il lavoro non è fatto solo di gratificazioni economiche), di risparmiarmi la carriera classica della pratica forense. Rientro quindi a pieno titolo in quella massa di giovani, tutti insieme separatamente, … Continua a leggere

Pornografia: l’oscenità dello sguardo
Teatro

Pornografia: l’oscenità dello sguardo

Pornografia, un romanzo “sensualmente metafisico” (così come lo descrive il suo autore, Witold Gombrowicz), è in scena al Piccolo Teatro Grassi fino al 5 aprile, per la regia di Luca Ronconi, con Riccardo Bini e Paolo Pierobon. Uno spettacolo a cui non manca nulla: sensualità, amore, guerra, scontro generazionale, morte si mescolano e si amalgamano … Continua a leggere

Una potente Ida Marinelli per un’impotente Cassandra tedesca
Teatro

Una potente Ida Marinelli per un’impotente Cassandra tedesca

“Sentivo Cassandra come una figura molto significativa per il nostro tempo. Durante un viaggio in Grecia ho visto Micene, ho vissuto con tutti i sensi il paesaggio che era stato quello di Cassandra. Mi ha interessato cogliere il punto cruciale, alla nascita della nostra cultura, in cui è cominciata quell’alienazione che adesso ci porta vicino all’autodistruzione. Mi ha interessato … Continua a leggere

I dolori del giovane tesista (giurisprudenza edition)
Università

I dolori del giovane tesista (giurisprudenza edition)

Lo studente di giurisprudenza medio crede ingenuamente che finiti gli esami, sconfitti i professori e i compagni di corso, dopo cinque anni di sofferenze, di weekend e di serate scandite da sensi di colpa e pavidi “devo studiare”, beh, sì, lo sciocco giurista insipiente pensa che le maggiori difficoltà siano superate: ma sono sufficienti pochi giorni … Continua a leggere

ELOGIO DELLA F(U)GA
cromosomax

ELOGIO DELLA F(U)GA

Ragazze (anche quelle di 50 anni), fuggite.  Fuggite da quegli uomini cupi, negativi, insoddisfatti, vi renderanno grigie e tristi. Fuggite dagli uomini che non vi desiderano, da quelli egoisti, da quelli che “mia madre è molto possessiva”. Meritate un uomo, non un cucciolo di uomo, per i figli ci sarà tempo, o c’è già stato. … Continua a leggere

Può ancora la cultura essere la nostra torre d’avorio?
Teatro

Può ancora la cultura essere la nostra torre d’avorio?

In un momento in cui predominano l’ignoranza e la contrazione di ciò che non viene più considerato necessario come l’arte, questo spettacolo fa tirare un sospiro di sollievo a chi ancora crede che la cultura sia un valore da difendere, imprescindibile per l’essere umano, che, altrimenti, è solo un mucchio di carne in balìa delle … Continua a leggere