Icone/Polemica sterile

Senza Ciaone: di idioti ne abbiamo?

Sono a casa con l’influenza.
Ed è domenica.
E hashtag #fuorinonc’èneancheilsole.
Insomma, la giornata giusta per fare polemica.

No, non parlerò di riportare a casa i nostri eroi Marò, di Miss Italia che vorrebbe vivere nel ’42 (qualcuno ha considerato che almeno la bella giovine italiota conosce la periodizzazione di una guerra? Alice, 4 al 5 per l’impegno), né della prima della classe – la secchioncella Volkswagen – che in realtà ha passato tutti gli esami coi bigliettini nell’astuccio.

Come spesso mi accade, in queste giornate appiccicose di noia, mi rincoglionisco su Facebook, e valuto le persone senza alcuna indulgenza, perché sono malata e quindi posso essere antipatica. Faccio questo, strombazzo schifezze nasali in fazzoletti di carta, e piango su foto di gattini, ma questa è un’altra storia. “La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto”, e Facebook è la don’t pay-per-view de Laggente.

Arrivo al dunque. Laggente segue le mode.

Oh, grande, un’intuizione geniale! Ma ora non fate gli stronzi e lasciatemi finire.

Laggente segue le mode, e lo fa non solo indossando cappellini con grosse scritte in stampatello, camicie a quadri dagli opinabili accostamenti cromatici e grandi scarpone ortopediche. Laggente segue le mode e diventa banale anche nella scrittura, nel modo di rendere pubblici video, foto, frasi di accompagnamento, simpatiche didascalie in inglese.

Laggente segue la moda della lingua: sui social si usa ormai quasi esclusivamente un meta-linguaggio totalmente privo di senso.
Davvero, datevi una calmata.

Ai miei tempi (Senilità, un bicchiere di vino, con un panino, la Senilità) gli adulti e i puristi della lingua ci rimproveravano l’uso del “ke“, del “nn“, del “xké” e delle abbreviazioni in generale, e io ricordo nitidamente di aver fatto parte a mia volta dell’esercito del “Risp sul mio“. Ma per noi, piccoli e brufolosi nullatenenti che Equitalia fottiti, c’era una ragione validissima a copertura degli abomini grammaticali di cui ci facevamo portatori sani: i maledetti 160 caratteri. Quando li superavi, stavi mandando un messaggio esplicito al destinatario: “ehi bello/a, voglio frullare la mia lingua con la tua!”. Tutto era chiaro, tutto aveva una spiegazione, tutto si proiettava verso la summer/christmas/easter/festivitàacaso card. E in quel momento, finalmente, la lingua italiana tirava un sospiro di sollievo e tornava a distendere le sue parole all’interno di periodi grammaticalmente raffinati.

Adesso però non si tratta di fare economia di vocali, ma di omologare le proprie espressioni verbali ad un modello di – presumo – figaggine linguistica e accettabilità sociale della parola su internet.

Vi riporto quindi un episodio X raccontato tramite un insieme di foto pubblicate sui social (probabilmente è solo un effetto del raffreddore che, nel mio cervello, ha intasato i pensieri in un ingorgo a imbuto alla base della fronte). La storia-base, senza troppe mistificazioni linguistiche, è: “ieri sera sono andato a una festa con un DJ bravissimo ed era pieno di figa così, però, oh, morire che una me l’abbia data”.

MY QUALUNQUE COSA IS BETTER THAN YOURS.
Una versione internazionale e sempre valida del più basico “ce l’ho più lungo io”.
Va bene, ma ora cosa ho vinto?
opening
My friday night is better than yours – foto di locandina/insegna di locale/amici-donne-alcool

CIAONE.
E adesso mi spiegate cosa cazzo significa Ciaone. Un enorme motorino anni ’80? Un megasaluto per persone megaimportanti di Milano (Ciao né! Ok, questa potevo risparmiarvela. Ma in fondo no, ve la meritate tutta dato che voi usate Ciaone)? Un segno di disprezzo “io posso dire Ciao grande e tu solo Ciao piccolo?” Davvero, che significato ha? Mi manda a male. Preferivo un Ciao poveri, sarebbe stato più chiaro.

Mega discoteca
Ciaone – foto a caso di una serata

SENZA/NE ABBIAMO?
Ma, davvero, lo stai chiedendo a me? Cioè, ne abbiamo o siamo senza? Non capisco. In alternativa, validissimi anche SUPERTOP/EPIC WIN (per i nipoti di Briatore) e TOTALE (e che cos’è, una ceretta all’inguine?)

ancora cagne
Senza gnagna – foto di gnagna a caso, corredata spesso da un elegantissimo “BAU”

chupito
Di alcool ne abbiamo? – foto di bicchieri, cannuccette colorate e bottiglie di Belvedere

Laggente
Senza serata/Serata SUPERTOP/Serata TOTALE – foto di mani alzate e schermi illuminati di smartphone

dj3
DJ Spaccoammerda ne abbiamo? – foto di DJ famoso

INGLESISMI ACCAZZO + LO STAI FACENDO BENE
Ok, cioè, cosa? Nel senso ok, sono bravo, ma esattamente cosa ho vinto? Lo stesso premio del myqualunquecosaisbetterthanyours?

sboccing
Sboccin’ like no tomorrow: lo stai facendo bene – foto di bicchieri e cannuccette e bottiglie di Belvedere (v. supra)

IS COMING/ED E’ SUBITO
Nessun commento si rende necessario qui.

funny-fat-girl-kissing-thin-boy
Sperminator is coming/ed è subito limone duro on the floor – foto fatta da amico simpaticone mentre limoni una balena di 600 kg convinto che sia la nuova Kate Moss.

Tutto ciò è ovviamente valido solo qualora la vostra serata non sia un PERDONAME MADRE POR MI VIDA LOCA

nerd

In realtà questo è uno schema che si può applicare a qualunque circostanza, e ora ve lo dimostro:

Un pomeriggio di studio – senza libri – vita sociale ciaone – di caffè ne abbiamo? – (in un momento di #instapausasiga) studiare per gli esami: lo stai facendo bene

Una gita in barca al tramonto – senza paesaggio – Milano ciaone – di colori ne abbiamo? – vacanze supertop – ed è subito ammore

Passeggiata col cane domenica pomeriggio – un bastone, un prato in cui correre ed è subito felicità – di domeniche al parco ne abbiamo? – My dog is better than yours – relax con chi ti ama davvero: lo stai facendo bene

Aftersex col mio boyfriend – giornata supertop col mio amore – di amore ne abbiamo? – my dick is bigger than your boyfriend’s – aspettare i tuoi genitori: lo stai facendo bene

E potrei andare avanti. Sapete benissimo che potrei andare avanti.

LETTERATURA ITALIANA NE ABBIAMO?
CIAONE!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...